Soggetti collegati

Il Consiglio di Amministrazione della Banca di Credito Cooperativo Bergamo e Valli, nella seduta del 2 marzo 2021, ha approvato la "Politica di Gruppo in materia di gestione dei conflitti di interesse e Operazioni con Soggetti Collegati".
La Politica disciplina i principi e le regole diretti a individuare, valutare, gestire, mitigare o prevenire le situazioni che coinvolgono gli interessi di taluni soggetti vicini ai centri decisionali della Capogruppo e delle Società del Gruppo, affinché la loro eventuale presenza non pregiudichi l?imparzialità e l?oggettività della generale operatività del Gruppo, con possibili distorsioni del processo di allocazione delle risorse, esposizione del Gruppo a rischi non adeguatamente misurati o presidiati e potenziali danni per clienti e azionisti.
In un?ottica di razionalizzazione complessiva dell?impatto procedurale posto a presidio delle possibili situazioni di conflitto di interessi, la Politica disciplina l?approccio del Gruppo per le seguenti materie:

  • Operazioni con Soggetti Collegati, ai sensi della Parte III, Capitolo 11 della Circolare Banca d'Italia n. 285 del 2013;
  • Obbligazioni degli Esponenti aziendali, ai sensi dell?articolo 136 del D.lgs. 1° settembre 1993, n. 385 TUB e delle relative disposizioni di attuazione;
  • Interessi degli amministratori, per conto proprio o di terzi, ai sensi dell?articolo 2391 del Codice Civile e di altri soggetti in potenziale conflitto di interessi;
  • Rapporti con le Banche Affiliate in materi di Accordo di Garanzia e di sistemi di controllo e intervento sulle Banche Affiliate.

La Politica è approvata dal Consiglio di Amministrazione della Capogruppo previo parere del Comitato OSC e del Collegio Sindacale della Capogruppo ed è recepita per approvazione da parte dei Consigli di Amministrazione delle Società del Gruppo.
La Politica è sottoposta a revisione con cadenza almeno triennale. Ogni modifica segue il medesimo iter approvativo.